Ultimi aggiornamenti

LA VOCE DELLE CASSE

MONITORIAMO L'INPS E LE CASSE:

se hai finalmente incassato la tua meritata pensione in cumulo, congratulazioni e segnalalo all'Associazione cliccando qui

Hanno finalmente ricevuto la meritata Pensione "qui per i dettagli"

Contatore
counter for website

L'angolo delle fake news

Normative

Informazioni

Tesseramenti

Cumulo tour

Link utili

Quota 100

Per la pensione

Leggi e circolari

LE FANDONIE DEL "DOTTOR TUTOLO"

La cosiddetta rottamazione-ter ha introdotto l'obbligo per le Casse professionali di provvedere ad emanare una sorta di "sanatoria" delle posizioni contributive, dando così anche ai professionisti iscritti di rimediare alle carenze del proprio conto assicurativo a causa di ritardi e/o omissioni riscontrabili nel pagamento dei contributi previdenziali.
Ecco allora il dottor Tutolo sollevarsi immediatamente dal suo scranno per denunciare addirittura l'incostituzionalità della norma contenuta nel "decretone" perché, a suo dire, contrasterebbe con quell'equilibrio finanziario di lungo termine che dev'essere garantito da tutte le Casse professionali, pena l'intervento diretto delle istituzioni statali a ciò preposte, ministeri vigilanti in primis, nella cura dei conti.
Il dottor Tutolo si è permesso inoltre di affermare che consentire ai morosi di accedere a questa specie di condono danneggerebbe gli iscritti che, avendo adempiuto al loro compito di contribuenti in maniera corretta, correrebbero il rischio di vedersi erogare una prestazione pensionistica non corrispondente alle aspettative riposte: una stratosferica corbelleria!

E' dai tempi della riforma Dini e ancor più della Fornero che, anche se in ordine sparso, tutte le Casse professionali hanno ormai adottato il sistema contributivo per il calcolo delle pensioni, ed è quindi chiaro che, nel caso di adesione all'opzione "saldo e stralcio", cioè a un versamento inferiore all'importo ordinario previsto, la pensione sarebbe erogata in proporzione, senza la sia pur minima possibilità di causar danni economici ai propri colleghi "virtuosi"

Gerardo DI MURI
26 Gennaio 2019

Riproduzione riservata